Coro la Rotonda


Vai ai contenuti

la crescita

la storia

Dal Gennaio 1984 sono passati molti anni, il Coro nato dalla sezione Alpina del paese ha dedicato il suo primo periodo di esistenza allo studio esclusivo del classico repertorio Alpino (scontato), il primo serio cambiamento, a parte l’ avvicendarsi di diversi coristi, il Coro lo subisce nel 1988 quando il Maestro Pino Sclavo cede la direzione del gruppo a Fulvio Alberghino, un corista fuoriuscito dal Coro “Eporediese” di Ivrea, che con molta passione avvia un periodo di studio e collaborazione che durerà per undici anni.

Sotto la direzione del nuovo maestro il Coro si rinnova completamente, comincia ad abbandonare il repertorio classicamente alpino e si dirige verso brani di autori italiani e stranieri più moderni. Nella continua ricerca di un miglioramento il coro richiede la collaborazione dell’ ex maestro della corale “Sette Torri” di Settimo (To), Vittorio Frigerio, che avvia una approfondito studio di vocalità al termine del quale il Coro incide la sua prima, e per ora unica, audiocassetta nell’ Marzo del 1996.


Dopo aver ottenuto questo risultato il Maestro Frigerio deve abbandonare il Coro per motivi personali, il suo lavoro verrà portato avanti, per un breve periodo, dalla maestra Cristina Zoppo.

Con il passare degli anni il Coro acquista sia esperienza sia capacità e comincia a farsi conoscere anche al di fuori dei confini piemontesi. Iniziano così varie tournèe che lo portano ad esibirsi in varie regioni del nord e centro Italia, ed anche all’ estero partecipando a rassegne internazionali in Francia e Germania. Altra data storica per il Coro La Rotonda è il 1987 anno in cui decide di imbarcarsi in un’ avventura destinata a durare negli anni creando la rassegna “Settembre in Coro”, unica, probabilmente, rassegna di canto popolare nazionale che si articola per quattro Sabati consecutivi coprendo tutto il mese di Settembre.

Continua.....


Torna ai contenuti | Torna al menu